Paolo Bascetta

Da circa trentotto anni mi dedico con grande passione all’origami. A Bologna, ho tenuto corsi e allestito mostre personali di notevole successo. Sono stato membro del Consiglio Direttivo del Centro Diffusione Origami associazione di cui faccio parte dal 1980 partecipando a tutti i Convegni Nazionali.
Ho creato più di 100 modelli originali pubblicati su molti libri e riviste del settore, italiani ed esteri. Ho tenuto seminari sulla “Geometria Origami” presso il Dipartimento di Matematica dell’università di Bologna e dell’università di Trento. Successivamente ho pubblicato articoli riguardanti il legame fra origami e matematica su un’importante rivista di didattica della matematica: “La Matematica e la sua Didattica” curata dal Prof. Bruno D’Amore.
Sono stato invitato come ospite speciale a numerosi Convegni Internazionali (USA, Germania, Ungheria, Repubblica Ceca e Giappone). Ho partecipato poi a molti altri Convegni (Spagna, Ungheria, Inghilterra, Francia, Corea). Ho pubblicato due libri: “ORIGAMI” ed “ARTE in PIEGA”.

 

 

Alessandro Beber

Nato a Trento nel 1992, Alessandro Beber ha scoperto l’Origami a 4 anni come passatempo, ed ha iniziato a studiarlo e praticarlo più seriamente a partire dai 10 anni, dopo aver incontrato un gruppo di origamisti locali, l’associazione italiana di origami (CDO – Centro Diffusione Origami) ed i loro convegni. Da allora ha esplorato e studiato le tecniche e le teorie dell’Origami, i suoi generi e la sua matematica, ed ha progettato numerose opere originali, sia figurative che astratte. Negli ultimi anni, ha lavorato principalmente sulle tassellazioni origami a foglio unico, pattern geometrici periodici ispirati all’arte islamica e all’optical art, pubblicando nel 2013 un manuale sulle tecniche che ha sviluppato e un libro auto-pubblicato nel 2017. Viene invitato in Francia e in Giappone nel 2014, negli Stati Uniti nel 2017 e in Polonia e Regno Unito nel 2018 per mostrare, insegnare e tenere delle conferenze sui suoi lavori, come relatore sulla matematica dell’Origami in Italia, Germania e Spagna, e ad esporre le sue opere in varie gallerie e mostre internazionali nel mondo. Attualmente lavora progettando, esponendo e vendendo le sue opere, progettando origami su richiesta, tenendo workshop e conferenze sulle tecniche e la matematica dell’Origami.

Flickr: www.flickr.com/photos/ale_beber_origami/
facebook: www.facebook.com/AleBeberOrigamiDesign/
instagram: www.instagram.com/alessandrobeber/

 

 

Serena Cicalò

Insegnante di Matematica e Fisica presso l’istituto Martino Martini di Mezzolombardo (Trento)
Nata a Cagliari nel 1974, laureata in Matematica, Serena Cicalò dal 2011 è membro del CDO (Centro Diffusione Origami). Nel 2015 ha sviluppato una tecnica origami, da lei chiamata “PJS technique” (dove PJS sta per “pleat and join strips”) grazie alla quale, nell’agosto dello stesso anno ha realizzato la prima spugna di Menger di livello 3 nazionale e, nel novembre del 2016, il primo esemplare mondiale di livello 4 in origami. Successivamente si è dedicata all’analisi delle possibili applicazioni della sua nuova tecnica, progettando anche modelli dinamici, puzzle ed esempi di “origami pixel art”.

fb: https://www.facebook.com/menger4/
flickr:https://www.flickr.com/photos/[email protected]/
instagram: https://www.instagram.com/serena.menger/

 

 

Daniela Cilurzo

Nata a Catanzaro, vissuto in Brianza e successivamente nell Oltrepo’ Pavese. Scopro l Origami all’età di 16 anni. E’ stato sin da subito un puro divertimento, abbandonato e ripreso tantissime volte fino a divenire un’arte da studiare e approfondire. Sono sempre stata curiosa nell’apprendere varie tecniche artistiche e collaborando con vari artisti e artigiani ho spaziato dalla progettazione e realizzazione di decorazioni murali per interni , alle vetrate artistiche legate a piombo e rame dipinte con la grisaglia,alla tarsia alla certosina. Ho sempre sperimentato varie tecniche artistiche realizzando tele ad olio,ritratti di animali coi gessetti, acquerelli. La mia indomabile curiosita mi porta a diventare maniscalco nel 2013 , attività che continuo a svolgere come passione soprattutto con gli asini L’Origami mi ha aperto una nuova strada da scoprire … La sartoria. Sono stata sempre affascinata dalle tassellazioni geometriche. Ho desiderato di poterle sviluppare anche col tessuto,materiale completamente nuovo per me, cercando di arrivare a rendere quella meravigliosa rigidità geometrica,morbida e indossabile. Partendo dallo studio sulla carta , ho iniziato a disegnare alcuni abiti. Ma per poter confezionare tutto il capo dall inizio alla fine sono diventata sarta nel 2017 iniziando a creare una linea di vestiti in origami in stoffa. Tutte le tassellazioni sugli abiti, seguono la regola della Origami: il tessuto viene piegato, cucito a mano senza l’ausilio di tagli.

 

 

Antonio Criscuolo

Laureato in Fisica presso l’Università di Napoli nel 1973, ha insegnato Matematica e Fisica presso il Liceo Classico “P.Sarpi” di Bergamo. Dal 2009 docente a contratto per i corsi O.F.A. Elementi di Matematica presso l’Università di Bergamo. Docente a contratto presso la S.I.L.S.I.S. e nei Corsi TFA per le classi di abilitazione di Matematica e Matematica applicata. Incaricato dall’INVALSI in Nuclei di Valutazione Esterna degli istituti di istruzione. Dal 2005 ha tenuto, per l’Università di Bergamo e l’ USR Lombardia, oltre cinquanta seminari e corsi di formazione sulla didattica della matematica. E’ autore di articoli sulla valutazione degli apprendimenti, sull’utilizzo del software nell’insegnamento della matematica e sulla didattica della geometria con la piegatura della carta che è attualmente il suo campo d’interesse.

 

 

Francesco Decio

Nato e residente a Bergamo nel 1956. Membro del direttivo nazionale Centro Diffusione Origami (www.origami-cdo.it). Autore di numerose pubblicazioni su vari aspetti dell’origami e di alcuni libri oltre che autore di numerosi modelli, alcuni dei quali espressamente dedicati alla didattica della geometria a vari livelli.

 

 

 

Emma Frigerio

Ricercatrice al Dipartimento di Matematica dell’Università degli Studi di Milano fino a poco tempo fa, si occupa di origami e matematica da circa trent’anni.

Emma Frigerio had taught mathematics at the University of Milano, Italy, until 2015. She has been interested in origami since she was a teenager, and became a member of the Italian origami association, Centro Diffusione Origami, in 1986. Shortly afterwards she became interested in exploring the connections between origami and mathematics with a view to using origami in math classes at all levels.

Frigerio developed and taught workshops on using origami to teach and explain mathematics and for teacher training programs at two universities in Milano. She also developed, together with Maria Luisa Spreafico, a program of hands-on mathematical activities using origami for primary school students.

Frigerio spoke at the first International Meeting of Origami Science and Technology in Ferrara, Italy in 1989, which was the forerunner of what was to become OSME. She has since attended and played an active part in the OSME meetings.

 

 

Antonella Graniero

Sono Antonella Graniero, attualmente insegnante nella Scuola Primaria “Fortis” di Brugherio (MB). La mia esperienza lavorativa in ambito educativo inizia come animatrice dei Centri Estivi in varie località marittime e per il Comune di Monza, grazie a questa esperienza lavoro un anno presso la Biblioteca N.E.I. e altri tre anni nella Biblioteca “Cederna” di questo stesso Comune assunta dalla Cooperativa Diapason di Sesto San Giovanni in qualità di responsabile bibliotecaria ed educatore professionale per il Centro di Aggregazione attiguo. Nello stesso periodo mi diplomo come educatore professionale con una tesi sperimentale dal titolo: “La vita è gioco”. Sempre alla ricerca di conoscenze frequento numerosi corsi di arti varie: danza, teatro, cartotecnica, carta a mano, origami… Divento socia del CDO nel 1992 e da allora comincio a frequentare convegni che mi fanno conoscere persone speciali che mi introducono nel magico mondo degli origami. Vinco il concorso per educatori della scuola dell’infanzia del Comune di Milano e lavoro per cinque anni. Passo alla Scuola Primaria, dopo aver vinto il concorso e mi specializzo in nuove metodologie di insegnamento assumendo il ruolo di Animatore Digitale dell’Istituto Comprensivo “N. Sauro” di Brugherio (MB). Nel 2000 mi viene proposto di lavorare presso L’università Bicocca di Milano come consulente e conduttrice di laboratori di area matematica. Per dodici anni sono la docente del corso: “Un’esperienza pre-matematica nella scuola dell’infanzia: piegare la carta” per gli iscritti alla Facoltà di Scienze della Formazione Primaria. Nel 2012 ricevo l’onorificenza di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana per le numerose attività realizzate in ambito lavorativo in modo creativo. Sempre alla ricerca di novità e stimoli cerco di fondere tutte le mie conoscenze e abilità per evolvere e progredire in ambito didattico- educativo.

 

 

Alessandra Lamio

Nel 2010, Alessandra Lamio decide di unire una passione dell’infanzia con l’interesse per la medicina e fonda l’Associazione di Promozione Sociale Educarta con lo scopo di promuovere e diffondere l’utilizzo dell’origami come strumento didattico e terapeutico.

Nei quattro anni successivi partecipa ad eventi e manifestazioni con l’associazione, viaggia per studiare gli aspetti tecnici ed approfondire la materia con Maestri del settore e, in seguito ad un percorso di due anni in alcune scuole d’infanzia, sviluppa un metodo personale per proporre l’origami a bambini in età prescolare, con un’attenzione particolare verso i soggetti con problemi neuropsichiatrici o di integrazione sociale.

Ha partecipato come membro del comitato ai quattro convegni nazionali “Origami, dinamiche educative e didattica” e, insieme ad Alessandro Beber, ha progettato ed organizzato le due edizioni di “Mountain Folding”, un convegno residenziale estivo focalizzato sulla creatività e il lavoro di gruppo.

Dal 2014 lavora a tempo pieno come libera professionista organizzando mostre, realizzando opere su commissione, svolgendo laboratori di origami in scuole di ogni ordine e grado e corsi di formazione per docenti.
Nella produzione personale esplora i vari generi, con particolare interesse per la ricerca del volume nelle tassellazioni e nei modelli geometrici e figurativi.

Ha esposto le sue opere in mostre artistiche dedicate all’origami in Italia, Spagna, Taiwan e Stati Uniti. Negli ultimi anni è stata ospite d’onore nei convegni internazionali di origami in Francia, Polonia e Regno Unito e a quelli su Origami e Didattica in Germania e Spagna.

fb: www.facebook.com/alessandra.lamio/
flickr: www.flickr.com/photos/alelamio/
instagram: www.instagram.com/alelamio/

 

 

Francesco Mancini

Anche se conoscevo già qualche modello tradizionale posso dire di aver scoperto l’origami circa quindici anni fa. All’inizio sono stato un piegatore solitario poi mi sono iscritto al Centro Diffusione Origami, ho cominciato a frequentare un gruppo di piegatura e ad andare ai primi convegni. Adesso faccio parte del Comitato Direttivo del CDO, della redazione della rivista Quadrato Magico e sono stato invitato come ospite speciale in Israele, Francia e Germania. La mia passione sono stati fin da subito i modulari ma mi piacciono molto anche gli origami di movimento, di gioco e quelli semplici. Da qualche anno ho cominciato a creare anche modelli originali e ho pubblicato una raccolta di diagrammi. Oltre a piegare mi piace insegnare l’origami e ho la fortuna di poterlo fare, sopratutto con i bambini, al Museo della Matematica di Firenze dove proponiamo l’origami come strumento per lo studio della matematica.

 

 

Gabriella Romano

Scuola primaria “Contardo Feriini” di Olgiate Olona prov. Varese
Insegnante di scuola primaria da diversi anni, quasi sempre in ambito matematico. Ha acquisito tecniche di piega dapprima come autodidatta successivamente frequentando il gruppo del Centro Diffusione Origami. In classe inserisce spesso modelli origami nelle proposte didattiche. Da circa una decina d’anni gestisce un blog personale dove racconta la quotidianità didattica.

 

 

Federico Scalambra

Nato nel 1977, si è avvicinato all’Origami, sua grande passione, all’età di 8 anni.
Appassionato di modelli figurativi, da qualche anno sta approfondendo e sviluppando la tecnica dell’Origami “figurativo modulare”, formato da più fogli di diverso formato uniti tra loro usando un sistema di tasche e alette senza uso di colla o forbici.
Tiene corsi di Origami e partecipa all’organizzazione di mostre ed eventi finalizzati alla diffusione dell’Origami.
E’ stato ospite di convegni Origami internazionali ed è una presenza fissa dei convegni italiani.
I diagrammi dei suoi modelli sono stati pubblicati su riviste di settore nazionali e straniere e su alcuni libri.

 

 

Sonia Maria Luisa Spreafico

Maria Luisa Sonia Spreafico è ricercatrice in Geometria presso il Dipartimento di Scienze Matematiche del Politecnico di Torino. Attualmente la sua ricerca si focalizza sulla Matematica per l’Architettura e sull’innovazione didattica della Matematica. In particolare, ricerca nuove strategie educative per rendere coinvolgente ed inclusiva la Matematica, progettando laboratori e lezioni per ogni ordine di scuola e tenendo corsi di formazione.

 

 

Ursula Zich

Ricercatore confermato in Disegno (ICAR / 17) presso il Dipartimento di Architettura e Design del Politecnico di Torino. Insegna al Laboratorio di disegno Rilievo dell’Architettura nella stessa università. I suoi interessi scientifici sono: analisi critica della rappresentazione architettonica, didattica sperimentale per l’architettura e la matematica attraverso tecniche di rappresentazione e modellazione fisica di oggetti tangibili e intangibili, interazioni tra architettura-arte-città-colore-fruitore.